LPPCOLLECTING.it
PLAY DiFFERENT
Via Belvedere, 23 - Arcore MB
YU-GI-OH! • MAGIC • POKEMON • FORCE OF WILL • CF-VANGUARD • FC • ONEPIECE • NARUTO • WOM • WOW • FINAL FANTASY • ACCESSORI • GIOCHI DA TAVOLO • D&D • PUFFLANDIA • EURO • BACHECHE • MASTERPHIL
HOME • e-mail • info ordini • Negozio, Web & Co. • Calendario Eventi • PLAY DIFFERENT • il gatto sul soffitto • MERCHANDISING • LPPTelevision
 Registrati e scopri le promozioni LPPShoppingLogin | registrati  
Negozio&Co. | History
 Negozio&Co.: history
negozio & co.: IL NOSTRO NEGOZIO | IL SITO | STAFF | LPPSTORY
 LPPSTORY - gli inizi
La storia di LPPCollecting inizia verso la fine degli anni novanta, nel 1994 per la precisione, con i primi mercatini dell'usato della domenica.
A quei tempi, Luca Pozzi, ideatore e fondatore, la domenica faceva i mercati dell'antiquariato dove proponeva i mobili restaurati dal padre.
Non tutte le domeniche si concludevano però con delle vendite.
Luca è sempre stato fin da piccolo un collezinista e vedendo al mercatino le buone vendite che realizzavano i banchi che vendevano articoli da collezione, decide di affincare alla vendita dei mobili quella di questi articvoli.
Gli articoli di maggior successo di quel momento erano le schede telefoniche e le sorpresine kinder, in particolare queste ultime, una vera e propria novità per quel momento, hanno attirato la sua attenzione.
Il problema era però recuperare i pezzi per iniziare: ed ecco fatta razzia a casa della nonna, dove gli zii avevano sempre tenuto le sopresine degli ovetti.
Mentre per le schede telefoniche il discorso era più semplice: bastava fare il giro per le cabine telefoniche oppure non usare più il telefono di casa per telefonare!
Il primo banchetto con sorpresine e schede telefoniche era un tavolino da 120x80 cm, con una ventina di sopresine kinder e una cinquantina di schede telefoniche.
Questo è l'inizio di quello che oggi è LPPCollecting.
 LPPSTORY - la prima evoluzione
La prima evoluzione è nel nome, che inizialmente è solo LPP che sta per Luca Pozzi Production e si associa alle prime bacheche in legno realizzate per le sorpresine kinder, sfruttando la falegnameria del papà Ambrogio, nome coniato da Luca già qualche anno prima, visto che si è sempre divertito, grazie sempre alla falegnameria e alla sua passione per l'elettronica, a realizzare prodotti di sua creazione.
Oltre alle sopresine, anche le schede telefoniche hanno un buon mercato, e gli accessori per collezionarle di conseguenza.
L'azienda che realizzava questi accessori in cui Luca si imbatte è la Masterphil di Trezzano sul Naviglio, che realizza fogli ed album per le schede telefoniche.
In particolare gli album, che sono universali, che permettono di collezionare sia schede telefoniche, che monete, piuttosto che banconote o cartoline, basta cambiare i fogli all'interno dell'album ad anelli ed il gioco è fatto.
La proposta Masterphil è quella della possibilità di realizzare gli album con un logo personalizzato.
Da qui la voglia di creare qualcosa di proprio e personalizzato è ovviamente alta, per cui ci vuole un secondo per decidere che l'album con il logo personalizzato deve essere fatto.
L'idea per il logo è quella di associare l'acronimo LPP alla parola collezione, per cui il pensiero va a 'LPP collezionando' che di sicuro rende l'idea di un oggetto dedicato alle collezioni, ma non suona bene, ed allora vediamo la traduzione in inglese, che è 'collecting', per cui diventa 'LPP Collecting', e siccome LPP Collecting suona bene, diventa questo il logo che viene stampato sugli album: ed è così nasce il nome LPPCollecting.
Il banchettino da 120x80cm comparso per la prima volta a fine 1995, ha una pausa nel 1996 per il servizio militare, nel 1997 cresce, ha un nome e diventa di 300x100.
Nel 1998 sbarca il fenomeno Pokémon in Italia, con il gioco di carte collezionabili e le miniature, e iniziano per Luca le prime fiere del collezionismo, Verona e Piacenza su tutte, con un stand da 10 metri e uno stand ai mercatini di 6 metri x 3 metri.
Siamo nel 2000, la LPP Collecting (allora era staccato), è su 3 mercatini domenicali e alle Fiere di Verona (2 appuntamenti annuali), Piacenza e qualche altra fiera minore. Il personale di allora sono la mamma Maria Rosa, presenza fissa in tutti i mercatini, e l'amico Gunnar, presenza aggiunta per le fine più importanti.
Nel frattempo Luca Pozzi porta avanti altri 2 lavori: quello principale di installatore di strumentazione per la misura della radioattività, che lo impegna dal lunedì al venerdì, e quello di animatore in un locale nella bergamasca il sabato sera dalle 22:00 alle 2:00 del mattino.
Per cui la settimana lavorativa di Luca si sviluppa così: dal Lunedì al Venerdì in giro per l'Italia ad installare e fare assistenza, oppure in laboratorio, il sabato pomeriggio si prepara il mercatino domenicale, alle 20:00 si mangia e poi si parte per essere alle 21:15 circa al locale.
Alle 22:00 inizia la serata fino alle 2:00 del mattino, alle 3:00 si lascia il locale, alle 4:00 si va a letto, alle 7:00 suona la sveglia (ad eccezione della domenica senza mercatino) ci si alza e si va al mercatino, ben coperti d'inverno, in maglietta quando fa più caldo.
L'obbiettivo negozio si incomincia a delineare, intanto si mettono da parte i soldi per aprirlo.
 LPPSTORY - il negozio
Siamo nel 2001. L'obbiettivo, anzi no, il sogno, comincia a diventare realtà. Quando era piccolo Luca giocava a 'vendere' nel cortile del proprio palazzo e quando si parlava di cosa fare da grandi Luca bambino diceva che avrebbe aperto un centro commerciale, che allora manco esistevano!
Uno sgrarro mai digerito sul lavoro principale, quello di perito elettrico nel settore dell'elettronica nucleare, è la scintilla che decide il futuro di Luca, la scintilla che lo porta a perdere gli stimoli per un lavoro che tanto gli piace e che faca con grande passione, come tutto quello che fa del resto.
La passione e con essa la voglia di continuare a fare quello che stava facendo ormai non ci sono più, nonostante tutto quello che Luca aveva dato a quel lavoro, però un'avventura nuova stava nascendo dentro di lui e nel settembre 2001 viene fissata la data.
Il 1° dicembre 2001 è la data decisa per l'inaugurazione del negozio che dovrà essere ad Arcore, la piazza che nei mercatini ha dato fino ad allora i migliori risultati e le migliori indicazioni per una attività di successo.
Il negozio, il primo negozio, in affitto, si trova: Via Alessanro Manzoni 30/A è l'indirizzo.
Una settimana prima dell'inaugurazione Luca consegna il volantino dell'inaugurazione alla persona autrice dello sgarro, che non la prende bene, visto che Luca era un tecnico molto valido ed affidabile, ma tant'è, sarebbe bastata un po di umiltà e chiedere scusa, ma a volte l'orgoglio fa brutti scherzi.
E così, il 1° dicembre 2001, alle ore 16:00, nasce ufficialmente ed apre i battenti la LPPCollecting.
Qualche ora prima la vita di Luca aveva già iniziato a cambiare, anche se lui ancora non se ne era reso conto.
 LPPSTORY - i primi anni
L'inizio ufficiale di LPPCollecting conicide con l'arrivo della nuova moneta unica europea: l'euro.
E proprio il nuovo filone numismatico che si apre con l'arrivo dell'euro è il trampolino di lancio per l'attività, che al momento propone: Sorpresine Kinder, Puffi, Pokemon, gadtget Coca Cola e di altre marche e l'Eurocollezione.
La collezione completa in album delle 8 monete dei 12 paesi è l'articolo più venduto, seguito a ruota dalle serie dei paesi più difficili da trovare, come Finlandia e Lussemburgo.
Il negozio, che a detta di qualcuno doveva chiudere dopo 3 mesi, si fa le ossa ed arriva al primo anniversario, ma poi anche al secondo anniversario, il 1° dicembre 2003.
Ma facendo un passo indietro di pochi mesi, è il settembre 2003 un momento sicuramente importante. In Italia sbarca Yu-Gi-Oh!, gioco di carte collezionabili destinato a diventare nel futuro la colonna portante dell'attività.
Luca è tra i pochi ad essere presente alla presentazione del prodotto a Milano e subito ne intuisce le potenzialità.
Il gioco, grazie al cartone animato, riscuote un grosso successo in italia, ed unito agli altri giochi già presenti, ossia Magic, Pokèmon e Football Champions, fa si che l'attività torneistica e di gioco organizzato, diventi un puto importante dell'attività.
Così nel febbraio 2004 viene aperta l'Area Gioco di Via Francesco Caglio 6 (l'attuale sede del negozio, se te lo stai chiedendo).
 LPPSTORY - la seconda evoluzione
 LPPSTORY - in tour
 LPPSTORY - la terza evoluzione
 LPPSTORY - il decimo anniversario
 condividi pagina:     
039-617134
339-6804873
info@lppcollecting.it


#20 Se puoi sognarlo puoi farlo